Subito dopo il suo decimo compleanno, tra il 14 e il 26 novembre 2018, Bitcoin ha bruciato quasi il 40% del suo valore, scendendo al di sotto della soglia dei 4.000 dollari. Mentre si aspetta un possibile rimbalzo, si è momentaneamente perso circa un quinto della potenza di calcolo necessaria al funzionamento del suo network. Ma anche se naviga in acque tempestose, Bitcoin non ha perso nulla del suo fascino né – per ora – del suo potenziale.

Come funziona Bitcoin e come mai è così famoso? Ha davvero un impatto ambientale insostenibile? Prima di cercare una risposta a queste domande, facciamo un passo indietro. Perché proprio un anno fa eravamo alla vigilia di una storia incredibile, che non solo ha fatto molto discutere il mondo intero, ma ha anche contribuito al mito, ai pregiudizi e alle speranze esagerate riposte in questa “moneta digitale”.

Il 17 novembre 2017 un Bitcoin valeva 7.844,02 dollari. Un mese dopo, la stessa moneta veniva scambiata per 19.497,5$. Rispetto alla quotazione di novembre…continua a leggere su Rivista Micron.

*Articolo pubblicato per la prima volta a dicembre 2018 su Micron41