Le immagini della scienza in mostra a Firenze

0
148

Sapete dove è stata scattata la prima fotografia italiana? A Firenze, 178 anni fa. Un certo Tito Puliti, dell’Imperiale e Regio Museo di Storia Naturale, ha riprodotto l’esperimento di dagherrotipia che aveva stupito Parigi in quello stesso anno. Era il 1839. Da allora la fotografia avrebbe cambiato tutto, anche il mondo della scienza. Non tutti si accorsero, o accolsero, la rivoluzione. Ma alcuni scienziati, come Giorgio Roster, ne furono entusiasti, cominciando una ricerca completamente nuova: pellicole, teleobiettivi, macchine fotografiche, esposimetri, tutto era da inventare. Così come nessuno aveva mai fotografato la luna, la zampa di un ragno, o una pulce. La fotografia era appena nata e la scienza aveva già bisogno di nuovi strumenti: macchine in grado di fotografare il mondo microscopico, o lontanissimi pianeti.

“Immagini della Scienza” ricostruisce il percorso della fotografia applicata alla scienza, dalle camere oscure ai primi del ‘900, con una grande attenzione al mondo fiorentino, ed è un’ottima scusa per visitare il Museo Galileo prima del 24 settembre. La mostra è molto piccola e senza pretese, ma affascinante. Perché se i pezzi esposti sono pochi, il materiale divulgativo è di alto livello, ed è stato ben riorganizzato nell’ottimo sito internet, che va assolutamente visitato. Continua a leggere su Rivista Micron.

*Questo articolo è stato pubblicato su Rivista Micron il 31.08.2017